Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Pro Forma memoria

PRO FORMA è attiva nell'ambito della promozione culturale e didattica a servizio di enti pubblici e istituzioni private che intendano promuovere e valorizzare le loro risorse storiche e culturali.

Naviga il sito web e scopri tutte le nostre iniziative

Viaggio-studio ad Oswiecim, Cracovia e Breslavia dal 19 al 25 agosto 2018

Il nostro tradizionale percorso – giunto alla XXI edizione! –  si arricchisce, quest’anno, con la visita alla fittissima rete di sottocampi del complesso concentrazionario di Auschwitz Birkenau, non inserita nei tour tradizionali, e con la tappa al Lager nazista di Gross Rosen, presso Breslavia. Sarà anche l’occasione per visitare questa città, capitale della Bassa Slesia, che ha ereditato dalla sua storia millenaria un inatteso carattere multietnico. Ne ricorderemo il tragico destino nelle ultime fasi della Seconda Guerra Mondiale e rievocheremo alcuni personaggi a cui la città diede i natali, come Edith Stein e Dietrich Bonhoeffer. Accompagnamento scientifico a cura del prof. Francesco Maria Feltri.

Contattateci per ogni informazione!

QUI IL PROGRAMMA

Le nuove mostre in italiano del Mémorial de la Shoah di Parigi

Sono disponibili al noleggio le nuove mostre in lingua italiana del Mémorial de la Shoah di Parigi.  Esse presentano innovativi e coinvolgenti spunti di riflessione capaci di coinvolgere ragazzi e un pubblico di ogni età. Si tratta di “Sport, sportivi e giochi olimpici nell’Europa in guerra (1936 – 1948)” e “I genocidi del XX secolo”, sostenuta dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia- Romagna.

Schede tecniche e contenuti sono visionabili nella sezione MOSTRE.

Educati alla guerra. La nuova mostra di Gianluca Gabrielli prodotta da Pro Forma Memoria.

“Educati alla guerra. Nazionalizzazione e militarizzazione dell’infanzia nella prima metà del ‘900″ è la nuova mostra documentaria realizzata da Gianluca Gabrielli e prodotta da Pro Forma Memoria.
Nella prima metà del Novecento l’infanzia fu oggetto di propaganda patriottica e il conseguente percorso di nazionalizzazione e militarizzazione fu in Italia particolarmente intenso e peculiare. La mostra accompagna cronologicamente il visitatore lungo queste tappe: dall’entusiasmo della scuole per la conquista della Libia, alle attività in sostegno del fronte nella Grande Guerra, dall’impegno autarchico delle famiglie e delle scuole durante la conquista dell’Etiopia, fino al brusco risveglio e ai drammi della Seconda Guerra Mondiale.
La mostra si rivolge ad un pubblico di ogni età, ma è particolarmente indicata per gli studenti. I docenti ricevono una ricca dispensa realizzata dall’autore per ampliare in modo coinvolgente i temi suggeriti dalla mostra.

Gianluca Gabrielli illustra il tema del suo lavoro di ricerca nell’intervista di Piattaforma infanzia.

Powered by WordPress | See the Latest Cell Phone Deals at Bestincellphones.com. | Thanks to MMORPG, Video Game Music and Isochronic beats